SEO: DI COSA SI TRATTA?

Perché la la SEO? In un mercato digitale sempre più competitivo e in costante evoluzione avere un sito e utilizzarlo come semplice “vetrina” delle attività/prodotti proposti è una scelta sconsigliabile. Questo perchè le opportunità di promozione online, in primis attraverso un sito internet, sono molte pertanto fare o farsi fare un sito per “moda” o “perchè tutti lo fanno” limiterebbe di molto la propria attività.

Un sito, quindi, deve essere uno strumento attivo nell’attuazione di una strategia di mercato che porti alla pubblicizzazione e/o alla vendita dei propri prodotti online. Per sfruttare le opportunità che un website potrebbe dare devo innanzitutto ottimizzarlo. L’ottimizzazione di un sito ha come obiettivo principale la visibilità sul web, per poi portare a un conseguente risultato di business. Tutto questo si riassume con il termine SEO, acronimo di Search Engine Optimization. Il termine racchiude in sè un insieme di pratiche e strategie finalizzate ad aumentare la visibilità di un sito internet, migliorandone la posizione nelle classifiche dei motori di ricerca, nello specifico nei risultati non a pagamento (anche detti “organici”).

Le pratiche di ottimizzazione nei motori di ricerca, in particolare in Google che è il più utilizzato al mondo, sono diverse e riguardano tutti gli aspetti di un sito. Questi aspetti sono: l’ottimizzazione dei contenuti testuali, della conformazione del sito, del codice HTML, la gestione dei link in entrata, provenienti da altri siti (backlink) e di quelli in uscita, che dal sito portano ad altri siti.

L’ottimizzazione di un sito, però, può attuarsi anche attraverso degli investimenti economici e in tal caso si chiama SEA, acronimo di Search Engine Advertising. La SEA comprende un pagamento al motore di ricerca per comparire nei suoi risultati e in Google si effettua con Google Adwords. Questa piattaforma permette di creare annunci sponsorizzati, visibili perchè a differenza dei risultati organici sono contrassegnati dalla scritta “ann.” e presenti o nei primi 4 risultati o negli ultimi 3 risultati della pagina Google. Il sistema di pagamento delle sponsorizzazioni è definito “pay per click”, ossia l’inserzionista paga il motore di ricerca, ogniqualvolta che un utente clicca nel link sponsorizzato. La somma che un inserzionista dovrà pagare dipende da quanto siano disposti a pagare gli altri inserzionisti, quindi chi offre di più sarà posizionato nei risultati più alti di chi offre di meno.

SEO e SEA rientrano nell’attività di marketing digitale chiamata SEM, acronimo di Search Engine Marketing: il marketing attraverso i motori di ricerca.

MOTIVI PER ADOTTARE UNA STRATEGIA SEO

  • Aumento del traffico nel tuo sito;
  • Risultati quantificabili e tracciabili inerenti traffico e conversioni;
  • Costi convenienti in rapporto all’efficacia;
  • Sito più semplice da consultare grazie all’attività SEO;
  • Conoscenza del tuo marchio da parte degli utenti;
  • Migliori tassi di conversione da semplici utenti a clienti;
  • Aggiornamento continuo dato dall’attività di SEO, per stare al passo con l’evoluzione digitale;
  • Aumento della competitività: se nel tuo settore i concorrenti stanno applicando la SEO è bene che tu stesso la applichi;
  • Attività sempre aperta: Se un negozio o un ufficio fisico hanno degli orari di apertura e chiusura, il sito è sempre consultabile da tutti, indipendentemente da giorni e orari.
  • Miglioramento della presenza “social”, perché un sito ben posizionato avrà più probabilità di generare traffico anche nelle sue pagine nei social media e viceversa.

 

Se vuoi avere maggiori informazioni ed eventualmente applicare la SEO al tuo sito, contattaci!